AMBIENTE    EVENTI    FOOD    IMPRESA    LAVORO    LAZIO    MODA    SALUTE   TECNOLOGIA

Allerta proteste a Roma per il Green Pass obbligatorio da oggi 15 ottobre

da | 15 Ott 2021 | Lazio / Roma

Allerta proteste a Roma: Una circolare del dipartimento di Pubblica Sicurezza avvisa su possibili episodi di contrapposizione fra gruppi aderenti a opposti estremismi.

 

Allerta proteste a Roma per il Green Pass obbligatorio nei luoghi di lavoro da oggi 15 ottobre secondo una circolare del dipartimento di Pubblica Sicurezza, il quale non esclude che l’avvio del nuovo provvedimento possa costituire il pretesto per un ulteriore inasprimento dei toni della contestazione sulle misure obbligatorio inerenti il lavoro.

Il documento, firmato dal capo della Polizia Lamberto Giannini, è stato inviato a questori e prefetti, informandoli su possibili “azioni improntate all’illegalità” a “danno di obiettivi esposti” al rischio, ma ”anche con possibili episodi di contrapposizione fra gruppi aderenti a opposti estremismi’‘.

 

Manifestazione No Vax a Roma del 15 ottobre

Adnkronos rendo noto che nella Capitale si terrà al Circo Massimo il sit in delle Sentinelle della Costituzione, guidate dall’avvocato Edoardo Polacco, contro il Green Pass.

Giovedì, nel corso della riunione tecnica di coordinamento, che si è tenuta in prefettura, era stato deciso infatti che la manifestazione venisse spostata da Santi Apostoli in un’area ritenuta più idonea.

La decisione, sottolinea la questura di Roma in una nota, ”scaturisce da una serie di valutazioni, legate principalmente alla tematica della manifestazione e alla sua notevole pubblicizzazione sui social” poiché ”potrebbe richiamare un numero maggiore di persone, superiore a quello dichiarato dal promotore, e anche di diversa estrazione”.

I manifestanti, dopo il divieto di Santi Apostoli, avevano annunciato che avrebbero manifestato a Bocca della Verità, luogo che però, spiega la questura, è stato considerato, ”per questo specifico evento e per questo specifico fine settimana”, inidoneo a contenere un eventuale numero maggiore di manifestanti, nonché limitrofo ”a uffici impegnati nella gestione delle consultazioni elettorali”.

Alla luce di queste considerazioni la questura ha adottato un divieto di svolgimento della manifestazione in piazza Bocca della Verità, prescrivendo che l’iniziativa si svolga, nella stessa data, con medesimo orario, al Circo Massimo.

Ad ogni modo piazza Bocca della Verità verrà, comunque, presidiata per convogliare eventuali manifestanti verso il Circo Massimo.


Condividi l'articolo!

Potrebbero interessarti: